IL GIORNALE ONLINE DEGLI STUDENTI DEI LICEI ECONOMICO-SOCIALI PUGLIESI

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La libertà è un dono, un dono che spetterebbe ad ogni essere umano indipendentemente dal suo sesso; purtroppo, però, questo non accade, e più che un dono, si trasforma in una conquista.
In un articolo di Michele Serra, la libertà delle donne è definita come la più irreversibile delle libertà.
Inalienabile, indistruttibile, poiché è una delle libertà più sudate, più "testarde", forti, determinate a “compiersi”.
Si tratta di una libertà irreversibile, che, appunto, non può essere annullata… non si può ripercorrere il cammino già fatto, ma si può solo andare avanti: la strada da percorrere è infatti ancora lunga; però si percorrerà fino in fondo, poiché non si può rinunciare alla libertà.
Insomma, la libertà è indipendenza, è uno stato mentale, è felicità.
Io credo che si sia davvero liberi quando non si ha bisogno di nessun altro per sopravvivere, quando tu puoi provvedere a te stesso senza appoggiarti a nessuno; anche perché, se ti appoggi a qualcuno e poi quel qualcuno si sposta, tu cadi.
Però, soprattutto, è uno stato mentale, è qualcosa che parte dall’anima, dalla parte più profonda di te.
Quando esprimi ciò che pensi, quando non ti interessa di come ti vede il mondo da fuori, quando ami qualcosa e lo mostri senza aver paura di essere giudicato, quando senti la vita scorrere dentro di te… Ecco quando sei libero!
Per quanto ne sappiamo, la vita è solo una, e va vissuta al massimo; non bisogna mai accontentarsi, non bisogna mai sentirsi limitati. Se desideri qualcosa, devi andare a prendertela, e senza chiedere il permesso: è la tua vita, e tu decidi cosa farne; libertà è questo, è avere la possibilità di scegliere, la possibilità di pensare ed esprimersi.
Quando penso a questa parola non posso fare a meno di pensare al cielo: immenso, illimitato, misterioso, nessuno ne conosce i confini.
Misterioso come questa parola che, sinceramente, non riesco ad esprimere cosa significhi per me: ma forse va bene così; perché il non riuscire a definire una parola, questa parola, significa che essa trasmette delle emozioni talmente grandi che si possono solo sentire, che risulterebbero banali se descritte, perderebbero il loro valore.
Un valore che non scambierei con nient’altro al mondo.
Alessia Abbaticchio IVCe LES, Liceo Bianchi Dottula - Bari

 

Seguici su . . .

RSS filled 32

Newsletters

Iscriviti alla nostra newsletters, resta informato!!

Photo and video gallery

Utility